Home / Media - Novità / Comunicati e notizie / Fase 2, il Ministero della salute e il CNT alle Regioni: "Ripartire subito con le donazioni"

Fase 2, il Ministero della salute e il CNT alle Regioni: "Ripartire subito con le donazioni"

NOTIZIA


Nel pieno dell’emergenza Coronavirus, gli ospedali sono stati completamente assorbiti dalla cura e gestione delle migliaia di pazienti affetti da Covid-19. Nonostante la grave epidemia in atto, l’attività di donazione e trapianto non si è arrestata- come avvenuto in alcuni Paesi europei- ma ha continuato a garantire gli interventi, seppur con rallentamenti.

Il calo più significativo, ma anche atteso, ha interessato il numero dei potenziali donatori segnalati nelle rianimazioni e terapie intensive; da un lato, questi sono stati i reparti più sotto pressione nell’emergenza e, dall’altro, si è rilevata una diminuzione degli accessi per altre casistiche (come i traumi dovuti a incidenti stradali).

Con l’avvio della cosiddetta “Fase 2”, il Ministero della salute e il Cnt incoraggiano le Regioni ad assicurare la continuità assistenziale per i tanti pazienti in lista di attesa; il trapianto, oltre ad essere ricompreso nei LEA, non può realizzarsi senza l’attività di procurement che inizia proprio con la segnalazione del potenziale donatore nelle terapie intensive.

Tra le indicazioni operative indirizzate agli Assessorati e che potranno essere ridisegnate sulla base dei peculiari sistemi regionali, c’è l’impegno a non depotenziare i coordinamenti ospedalieri deputati proprio alla gestione dell’attività di donazione nel suo complesso. Altro aspetto cruciale riguarda l’attivazione di percorsi Covid-free per l’attività di trapianto e la gestione dei pazienti.

Tra le misure di monitoraggio previste dal Cnt c’è la richiesta ai Centri Regionali Trapianto di dati specifici riguardanti i pazienti deceduti in terapia intensiva con diagnosi di lesione cerebrale acuta; l’obiettivo è avere un quadro più dettagliato della platea di potenziali donatori, ancora più indispensabile per tutto il periodo in cui dovremmo convivere con il virus.

Consulta la nota per il dettaglio delle misure. 


Data di pubblicazione: 23 aprile 2020 , ultimo aggiornamento 23 aprile 2020


Condividi

Novità


Media

.