Menu nascosto all'interno della pagina
Logo del Ministero della Salute




Benvenuti nel sito ufficiale del Centro Nazionale Trapianti
Logo del Centro Nazionale Trapianti
sito ufficiale del Centro Nazionale Trapianti


Dove

In Italia il coordinamento delle attività di donazione, prelievo e trapianto è articolato su quattro livelli:

  • locale (Asl e Centri Trapianto),
  • regionale (Centri Regionali Trapianto),
  • interregionale (Centri interregionali Trapianto),
  • nazionale (Centro Nazionale Trapianti).

Il coordinamento locale svolge le seguenti funzioni:

  • assicura l’immediata comunicazione dei dati relativi al donatore al centro regionale o interregionale competente e al Centro Nazionale Trapianti, per l’assegnazione degli organi,
  • cura i rapporti con le famiglie dei donatori,
  • organizza le attività di informazione, educazione e crescita culturale della popolazione in materia di trapianti nel territorio di competenza.

Il coordinatore locale è la figura professionale del Sistema cui è affidato il compito di attuare strategie per l’individuazione di tutti i potenziali donatori.

A livello regionale vengono coordinate le attività di raccolta e trasmissione dei dati delle persone in attesa di trapianto, l’attività di prelievo e i rapporti con le rianimazioni del territorio. Il centro regionale o interregionale ha sede presso una struttura pubblica e si avvale di uno o più laboratori di immunologia dove vengono eseguiti i test immunologici per il trapianto, assegnati gli organi, curati i rapporti con il centro interregionale di riferimento, con le autorità sanitarie regionali e con le associazioni di volontariato. Decide le strategie per il governo del sistema a livello regionale e svolge le funzioni di cui al comma 6 art. 10 della Legge 91/1999.

Il coordinamento interregionale si avvale delle tre organizzazioni interregionali attualmente esistenti che, con la loro attività, coprono l’intero territorio nazionale. Il centro regionale o interregionale svolge le seguenti funzioni (L.91/1999, art. 10, comma 6):

  • coordina le attività di raccolta e di trasmissione dei dati relativi alle persone in attesa di trapianto nel rispetto dei criteri stabiliti dal Centro nazionale,
  • coordina le attività di prelievo e i rapporti tra i reparti di rianimazione presenti sul territorio e le strutture per i trapianti, in collaborazione con i coordinatori locali,
  • assicura il controllo sull'esecuzione dei test immunologici necessari per il trapianto avvalendosi di uno o più laboratori di immunologia per i trapianti allo scopo di assicurare l'idoneità del donatore,
  • procede all'assegnazione degli organi in applicazione dei criteri stabiliti dal Centro nazionale, in base alle priorità risultanti dalle liste delle persone in attesa di trapianto,
  • assicura il controllo sull'esecuzione dei test di compatibilità immunologica nei programmi di trapianto nel territorio di competenza,
  • coordina il trasporto dei campioni biologici, delle équipe sanitarie e degli organi e dei tessuti nel territorio di competenza.
  • cura i rapporti di collaborazione con le autorità sanitarie del territorio di competenza e con le associazioni di volontariato.

A livello nazionale il Centro Nazionale Trapianti promuove, coordina e indirizza l’attività di donazione e trapianto di organi e tessuti attraverso l’emanazione di linee guida e protocolli.






  • Condividi:
  • Aggiungi su Google Bookmark
  • Aggiungi su Live.com
  • Condividi su Facebook
  • Ok Notizie
  • Segnala su LinkedIn
  • Segnala su Del.icio.us
  • Segnala su Technorati
  • Segnala su Digg
  • Virgilio
  • Segnala su Furl
  • Segnala su Twitter
  • Segnala su Friendfeed
  • Segnala su Wikio

Dai il tuo voto a questa pagina    Stelle sensibiliVoto 1 Voto 2Voto 3Voto 4Voto 5



Ministero della Salute - Centralino 06.5994.1 - Codice Fiscale 80242250589